CENTRO CULTURALE

Preso di mira dai vandali lo sPaz di Pescara

Nella notte qualcuno si è "divertito" a danneggiare la vetrata di una finestra del centro giovanile di aggregazione sPaz a Pescara

Il centro di aggregazione giovanile sPaz, inaugurato nel maggio scorso, si prefigge lo scopo di rappresentare un vero e proprio centro d'incontro e un punto di partenza per l'aggregazione, culturale, sportiva e sociale. La struttura messa a disposizione dal Comune di Pescara, che in precedenza ospitava una scuola e ristrutturata grazie all'impegno di tanti ragazzi che vi si sono dedicati ed al finanziamento stanziato in buona parte dalla Regione Abruzzo, ospita mostre, attività, culturali, aggregative, workshop dove tanti ragazzi di diverse età e provenienza si incontrano per stare insieme. Il nome del centro è un omaggio, come qualche mese fa spiegava una ragazza che ha aderito al progetto, ad Andrea Pazienza, artista pescarese, formatosi a Pescara ma purtroppo costretto ad allontanarsi per mancanza di opportunità che gli consentissero di esprimere la sua arte al meglio. Malauguratamente, questa notte, il centro è stato preso di mira da uno o più vandali, che hanno danneggiato un infisso della struttura. Questo però, non è sufficiente a scoraggiare i ragazzi che invece, come pacifica forma di reazione si danno appuntamento presso la struttura. Non è chiaro se si sia trattato di un semplice atto di vandalismo senza fine a se stesso senza un perché o se sia frutto di una ideologia diversa e contraria a quella che ispira l'esistenza stessa del centro. Sicuro è comunque, che simili comportamenti, non possono che rinforzare l'idea che sia necessario procedere in questa direzione e in nessun altra possibile.

di JANIRA PACIONE

Categoria: