PRODOTTI ABRUZZESI DOP

L'olio d'oliva orgoglio di Pianella

GirOlio d’Italia: un successo per la tappa pianellese

Una kermesse dedicata al prodotto principe che da secoli si identifica con la Città di Pianella, ormai a pieno titolo punto di riferimento per l’olivicoltura regionale, si è tenuta lo scorso 29 luglio nel cuore del centro storico della località vestina. Un evento che ha fornito diversi spunti di riflessione al pubblico intervenuto, numeroso e qualificato, con rappresentanti delle istituzioni, produttori, esperti e giornalisti di fama internazionale.
Particolarmente apprezzata la performance dell’accademia Arotron che si è esibita nella suggestiva cornice di Largo Teatro con lo spettacolo “Olea et Labora”, al termine di una interessantissima tavola rotonda moderata da Licio Di Biase con interventi del Sindaco Sandro Marinelli, del consigliere regionale Lorenzo Sospiri, del presidente del consorzio di tutela olio dop aprutino pescarese Silvano Ferri, del tecnologo alimentare Leonardo Seghetti e del direttore di teatro naturale Alberto Grimelli.
Bellissimo il colpo d’occhio che ha accolto i partecipanti in piazza Garibaldi con tanto verde e alberi di olivo collocati per l’occasione a fare da cornice agli espositori di Pianella e delle altre città dell’olio che hanno inteso prendere parte alla manifestazione.
“ E’ stato premiato lo sforzo profuso da tutto il territorio che ha visto la massima collaborazione tra comune, aziende e con realtà associative, afferma il sindaco Marinelli. Positiva la scelta di far confluire l’evento all’interno delle feste patronali, ringrazio in tal senso il comitato asd Passione&Territorio che ha organizzato con successo anche le giornate di festa immediatamente successive.”
“ La nutrita e qualificata partecipazione e la qualità emersa sia attraverso la tavola rotonda che dallo spettacolo teatrale, conclude l’assessore all’agricoltura Romeo Aramini, membro del coordinamento regionale delle Città dell’Olio, rappresenta al meglio il lavoro che questa amministrazione ha compiuto sia sotto l’aspetto comunicativo che infrastrutturale per affermare il ruolo della città di Pianella nel panorama dell’olivicoltura abruzzese e non solo”.